Così vicino, così lontano

Questa è la testimonianza di Nunzio, sortinese che non ha avuto bisogno di solcare l’oceano per conoscere le difficoltà e l’amarezza di una terra straniera. Anche così vicini ci si può sentire tanto lontani.

“…Non sono un emigrante classico, perchè non ho varcato i confini, ma mi ritengo di appartenere a pieno titolo: un emigrante in patria. Ho vissuto per circa due anni a Milano e non posso nascondere che qualche delusione l’ho pure vissuta”.
Nunzio Cartelli

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Storie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...